Il 25% degli adulti nuota con la diarrea nelle piscine pubbliche

Salt Lake City, Utah. Secondo un sondaggio realizzato dal centro per il controllo della prevenzione e delle malattie (Centers for Disease Control and Prevention) dello Utah, negli Stati Uniti, il 25% delle persone adulte frequenta tranquillamente le piscine pubbliche con la diarrea, ossia mentre sono in corso nel suo corpo vari avvenimenti che portano alla perdita, seppur minima, di sostanza fecale dall’ano.

Inoltre, è forse ancora più scioccante, il 20% delle persone intervistate nel sondaggio ha ammesso di urinare nell’acqua delle piscine pubbliche.
E ancora, l’inchiesta del Dipartimento della salute ha scoperto che il 52% degli adulti “raramente o mai” si fa una doccia prima di immergersi in una piscina pubblica e che, tenetevi forte, il nuotatore medio vanta circa 10 grammi di materia fecale intorno all’ano o nelle sue vicinanze esternamente.

Tutte queste statistiche, che colpiscono anche da sole, diventano però spaventose quando lo stesso sondaggio ci fa scoprire che circa il 60% delle persone adulte deglutisce, sostanzialmente in maniera involontaria, acqua delle piscine pubbliche mentre nuota attraverso la bocca.
Secondo il dipartimento, infatti, un adulto medio può arrivare ad inghiottire un quantitativo di acqua pari a circa un cucchiaio da una piscina pubblica nel corso di una sessione media di nuoto.

Fonti e approfondimenti



Commenta per primo

Commenta