Domestica uccide topi e li cucina per la famiglia per cui lavora

Benin. Una ragazza quindicenne, che lavorava come domestica in una famiglia, ha confessato di uccidere i topi e di darli in pasto ai componenti della famiglia presso cui lavorava. Tutto questo per vendicarsi di loro a causa di maltrattamenti.
La quindicenne, il cui video della confessione può essere visto qui sotto, ha ammesso che tutto è nato quando le è stato chiesto di preparare il riso di Jollof, un piatto tipico del Benin e in generale della frigo occidentale.

Ha pensato dunque di ideare il tutto alla perfezione: ha ucciso diversi ratti, che evidentemente in quella zona abbondavano, li ha macellati e poi ha mescolato la carne del riso, proseguendo con la preparazione tipica di quel piatto.

Uno dei figli del suo datore di lavoro, però, ha notato il gusto strano della carne. In qualche modo, non specificato, lo stesso datore di lavoro ha costretto la ragazza a confessare riprendendo la stessa confessione e postando poi il video su Internet.
La notizia è apparsa su informationng.com,, sito Web di notizie nigeriano.

Fonti e approfondimenti

Articoli simili




Commenta per primo

Commenta